Menu

home1030

Voi ricevere nuovi articoli e video sul tuo Email?

Esortazione a tenere a freno la lingua

Бесплатные шаблоны тут: Шаблоны Joomla. Объективы для Sony Alpha - Объективы Minolta и Sony.

Giacomo 3: 1-13.

1Fratelli miei, non siate in molti a fare da maestri, sapendo che ne subiremo un più severo giudizio, 2 poiché manchiamo tutti in molte cose. Se uno non sbaglia nel parlare è un uomo perfetto, capace di tenere a freno anche tutto il corpo. 3 Se mettiamo il freno in bocca ai cavalli perché ci ubbidiscano, noi possiamo guidare anche tutto il loro corpo. 4 Ecco, anche le navi, benché siano così grandi e siano spinte da venti impetuosi, sono guidate da un piccolo timone, dovunque vuole il timoniere. 5 Così anche la lingua è un piccolo membro, eppure si vanta di grandi cose. Osservate: un piccolo fuoco può incendiare una grande foresta! 6 Anche la lingua è un fuoco, è il mondo dell’iniquità. Posta com’è fra le nostre membra, contamina tutto il corpo e, infiammata dalla geenna, dà fuoco al ciclo della vita. 7 Ogni specie di bestie, uccelli, rettili e animali marini si può domare, ed è stata domata dalla razza umana; 8 ma la lingua, nessun uomo la può domare; è un male continuo, è piena di veleno mortale. 9 Con essa benediciamo il Signore e Padre; e con essa malediciamo gli uomini che sono fatti a somiglianza di Dio. 10 Dalla medesima bocca escono benedizioni e maledizioni. Fratelli miei, non deve essere così. 11 La sorgente getta forse dalla medesima apertura il dolce e l’amaro? 12 Può forse, fratelli miei, un fico produrre olive, o una vite fichi? Neppure una sorgente salata può dare acqua dolce.13Chi fra voi è saggio e intelligente? Mostri con la buona condotta le sue opere compiute con mansuetudine e saggezza. 14Ma se avete nel vostro cuore amara gelosia e spirito di contesa, non vi vantate e non mentite contro la verità. 15Questa non è la saggezza che scende dall’alto; ma è terrena, naturale e diabolica. 16Infatti, dove c’è invidia e contesa, c’è disordine e ogni cattiva azione. 17La saggezza che viene dall’alto anzitutto è pura; poi pacifica, mite, conciliante, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale, senza ipocrisia. 18Il frutto della giustizia si semina nella pace per coloro che si adoperano per la pace.

Tanto per riflettere:
Come sono vere queste parole, chi crede di essere nel giusto e poi cerca di fare del male, o vendicarsi ecc. dimostra solo la sua vera natura, non si può benedire (parlar bene) di Dio e maledire (parlar male) dei suoi figli. Sicuramente chi è nato di nuovo capirà bene tutto ciò, perché la scrittura la comprende solo l'uomo spirituale (cioè chi è nato di nuovo) chi è adamico invece la userà sempre soggettivamente ed egoisticamente per giustificare il proprio peccato che non vuole lasciare perché ne è schiavo! Riflettete... riflettete gente!!!

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.